Patrocinio a spese dello Stato

Elenco difensori abilitati al patrocinio a spese dello Stato

Dal 17/3/2005 (L. n. 25/2005 – Modifiche al testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 2002, n. 115) possono iscriversi all’elenco dei difensori per il patrocinio a Spese dello Stato gli avvocati che hanno maturato n. 2 anni di iscrizione all’Albo degli Avvocati.

Per verificare gli iscritti dell’Ordine degli Avvocati di Rovereto all’elenco dei difensori abilitati al patrocinio a spese dello Stato, selezionare “ALBO” e limitare la ricerca per iscritto alla lista come da figura, eventualmente selezionando anche la materia:

Cos'è il Patrocinio a spese dello stato

Al fine di essere rappresentata in giudizio, sia per agire che per difendersi, la persona non abbiente può richiedere la nomina di un avvocato e la sua assistenza a spese dello Stato, purché le sue pretese non risultino manifestamente infondate. L’istituto del patrocinio a spese dello Stato vale nell’ambito di un processo civile ed anche nelle procedure di volontaria giurisdizione (separazioni consensuali, divorzi congiunti, ecc.). L’ammissione al gratuito patrocinio è valida per ogni grado del processo e per le procedure connesse. La stessa disciplina si applica anche nel processo amministrativo, contabile e tributario. Il Ministero ha messo a disposizione una pagina informativa dove è possibile approfondire la tematica.

FAQ

MODULISTICA

Sportello del Cittadino

Il 21 gennaio 2020 l’Ordine degli Avvocati di Rovereto ha sottoscritto con il Comune un protocollo per l’attivazione dello Sportello “Avvocati in comune” con la finalità di informare, agevolare e sostenere i cittadini nell’accesso alla giustizia.
Per maggiori informazioni consultare la pagina dedicata.

Avvocati per la Solidarietà

Il Progetto, nato nel 2006 , si pone come obiettivo quello di garantire tutela giuridica mediante un servizio di assistenza legale gratuita stragiudiziale alle persone senza dimora che oltre a non essere in grado di sostenere i costi della giustizia, sovente non hanno neppure cognizione dei propri diritti, degli strumenti a disposizione, delle strutture e delle persone a cui rivolgersi per chiedere assistenza.
Per maggiori informazioni consultare la pagina dedicata.